lunedì 2 giugno 2014

ARMONIA SPONTANEA

Vorrei condividere una riflessione, volete?
Si dice sempre che la Natura è una grande MAESTRA di vita. Effettivamente chiunque di noi osservando la Natura rimane incantato dall'ARMONIA che Essa è riuscita a creare tra tutte le parti che la compongono: animali, piante, minerali, creano atmosfere di ineguagliabile bellezza: anche nei momenti di maggiore crudeltà non esiste quella devastazione di cui è capace l'essere umano.
Mi chiedo, da qualche anno, se ci sia un modo per deviare questo inesorabile copione di violenza, di guerra, di SCONTRO, che nulla ha di armonioso e che gli esser umani continuano a perpetrare da tempi immemori.
Per farlo colgo l'occasione che mi è capitata nella mia vita, di incontrare i maestri di Aikido. Persone capaci di "insegnare" qualcos'altro oltre che ad una mera tecnica di combattimento.
Cerchiamo di capire.



Il MAESTRO e l'ALLIEVO.

Qualunque cosa stiate facendo nella vita e quindi anche nell'Aikido, incontrerete queste due figure. In genere un MAESTRO e un gruppo di ALLIEVI attorno.
Il MAESTRO: chiunque sia, insegnerà suo malgrado, sempre 2 cose.
L'ALLIEVO: chiunque sia, imparerà suo malgrado, sempre 2 cose.



Parliamo ora del MAESTRO.

La prima cosa che insegna un MAESTRO è scritta nella locandina del corso che sta cercando di organizzare. E' facile, vero? Se è un corso di Aikido probabilmente imparerete delle tecniche di combattimento, se è un corso di inglese qualcuno cercherà di insegnarvi un'altro modo di parlare. E così via tra un corso di inglese, uno di informatica e un'altro ancora di quello che preferite voi, incontreremo maestri che trasmettono la simpatia, altri la serietà, o l'entusiasmo, altri ancora la golosità, o l'invidia. Ecco tutte queste sono la seconda cosa che insegnano i maestri che dipende, naturalmente, da come è fatto lui!

Parliamo ora dell'ALLIEVO.

La prima cosa che imparerà è quella scritta nella locandina del corso, Facile vero?
E la seconda? Dipende da come è fatto l'allievo.
Nel caso in cui l'allievo non riuscirà ad imparare quello che sta cercando, semplicemente andrà da un altro Maestro, sino a quando avrà raggiunto il suo obiettivo.
Questo significa che può esistere un "falso" maestro cioè una persona che non riesce ad insegnarmi qualcosa come sto cercando. Ma non esiste un "falso" ALLIEVO. Perchè Lui non si fermerà e proseguirà il suo cammino in cerca di altri maestri.

Questa pagina vorrei dedicarla ai MAESTRI che cercano, CONSAPEVOLMENTE, di insegnare anche qualcosa di più rispetto al contenuto della locandina. Lo scrivo qui, perchè dirvelo di persona sarebbe BELLISSIMO e forse un giorno ci riuscirò. Ma raggiungervi è veramente un'impresa ardua credetemi!
Qualunque cosa stiate insegnando, è l'ARMONIA tra i vostri allievi che dovete cercare tra i risultati dei vostri allievi. "Purtroppo l'armonia" è una conseguenza e nasce spontanea come spontaneo è il risultato del colossale lavoro che compiono tutte le parti che compongono la Natura. Ricordate? ... la bellezza di un tramonto, o i colori di un bosco?
Senza questo ingrediente, non c'è nemmeno la voglia di stare insieme per prendersi un po' in giro e ridere un po' di noi con gli altri, al massimo si sta vicini in attesa che arrivo l'occasione per uno SCONTRO. Il MAESTRO deve avere il coraggio di FERMARSI o di FERMARE quello che sta facendo nel momento in cui si accorge che non cresce ARMONIA nelle cose e nelle persone che lo circondano.

Fotografia: le oche, con il loro verso, si consultano velocissimamente l'una con l'altra senza botta e risposta, ma con un caotico ripetersi addosso il loro verso reciprocamente! Nessuna interruzione per parecchi secondi il batti becco procede frenetico! (Sembrano quasi umani quando parlano di soldi!!!) Poi affrontano il problema che turba la quiete del loro territorio. Se sono piccole, come queste della fotografia, scappano. Se sono un po' più grandicelle, spalancano il becco, aprono le ali e urlando come pazze avanzano a testa bassa minacciose!
Io parlo da ALLIEVO.
Torino, 2 giugno 2014
Luigi Bacco

Dal Dojo SHIN-AI è tutto ... se non è per me, VA BENE. Luigi Bacco allievo praticante.





Nessun commento:

Posta un commento